Anche noi di Street Workout camminiamo molto durante le nostre sessioni di allenamento, osservando da vicino i segreti delle città che visitiamo, e certamente ci sono tanti motivi validi per cui abbiamo scelto di farlo. Per questo, oggi rispondiamo ad una semplice domanda: quali sono i benefici che possiamo riscontrare scegliendo di camminare per 30 minuti al giorno?

Proprio come mangiare una mela al giorno, fare passeggiate regolari è un’abitudine che può portare incredibili benefici alla salute di corpo e mente e… anche “levare il medico di torno”! Infatti, non solo può aiutare a perdere peso, ad abbassare la pressione sanguigna e a ridurre il rischio di contrarre diverse tipologie di malattie croniche: questa sana abitudine è anche una delle cose migliori e più facili da fare per migliorare la salute generale dell’organismo. Come abbiamo detto, i principali benefici sono 7 (ma ovviamente ce ne sono altri). Andiamo a scoprirli tutti!

1. Camminare per 30 minuti al giorno migliora l’umore

Spesso, quando ci sentiamo stanchi o stressati, cerchiamo di consolarci gustando una barretta di cioccolato oppure sorseggiando uno (o due) bicchieri di vino. Fare una passeggiata può portare gli stessi vantaggi a calorie zero. La ricerca mostra che camminare regolarmente aiuta a “modificare” il sistema nervoso, fino al punto in cui si riesce a provare molto meno frequentemente i sentimenti di rabbia e ostilità.

Inoltre, fare passeggiate può essere un’attività “social”.  In compagnia di amici o del proprio partner, porta con sé ancor più benefici. Questa interazione sociale consente di sentirsi connessi e di migliorare ulteriormente l’umore. Infine, camminare per 30 minuti al giorno all’aria aperta espone il corpo alla luce naturale del sole, fattore che può diminuire il cosiddetto “SAD” (“Disturbo Affettivo Stagionale), rendendo la camminata un potenziale antidoto per la malinconia tipica della stagione invernale o post-vacanze.

2. Creatività bloccata? Ecco l’antidoto!

Sapevi che camminare aiuta a diventare più creativi? Secondo quanto scoperto da uno studio pubblicato nel 2014 sul “Journal of Experimental Psychology, Learning, Memory e Cognition”, fare lunghe passeggiate giornaliere può aiutare chi si sente bloccato nella vita o nel lavoro o chi sta cercando la soluzione ad un problema difficile. Durante la ricerca, i soggetti sono stati sottoposti a diversi test psicologici e indovina quali sono stati i risultati? I soggetti in movimento pensavano in modo più creativo rispetto al gruppo che stava seduto!

3. Camminare aiuta a smaltire i chili in eccesso

Questo può sembrare ovvio, ma è sicuramente uno dei vantaggi preferiti di chi inizia a camminare regolarmente. Dopo che avrai preso l’abitudine di camminare quotidianamente, noterai che i pantaloni cominceranno a starti larghi, anche se la bilancia continuerà ad indicarti lo stesso peso. Questo accade perché camminare permette di migliorare la risposta dell’organismo rispetto all’insulina, fattore che comporta una riduzione del grasso in eccesso, in particolar modo quello addominale.

Camminare per 30 minuti ogni giorno (o più) è infatti uno dei metodi più efficaci per mobilitare il grasso accumulato, per modificare positivamente la composizione del proprio corpo e, allo stesso tempo, per velocizzare il metabolismo. Grazie alle tue passeggiate, potrai quindi bruciare calorie e prevenire la perdita muscolare.

4. Passeggiare riduce il rischio di contrarre malattie croniche

Le statistiche stilate dall’American Diabetes Association riportano dati davvero incoraggianti: camminare regolarmente abbassa i livelli di zucchero presenti nel sangue, diminuendo drasticamente il rischio di diabete. Secondo quanto riportato dai ricercatori delle Università di Boulder nel Colorado e della Tennessee University, questo può favorire inoltre un miglior controllo della pressione sanguigna, riducendo il rischio di ictus dal 20% al 40%. Uno studio pubblicato nel 2002 dal New England Journal ha scoperto invece che svolgere un’attività fisica moderata per almeno 30 minuti al giorno per 5 giorni alla settimana riduce il rischio di malattie cardiovascolari del 30%.

5. Avrai gambe bellissime!

Che tu sia un uomo o una donna non importa, in quanto ognuno può avere delle gambe bellissime in base alla propria corporatura. Inoltre, con il passare degli anni, per tutti aumenta il rischio di formazione delle sgradevoli vene varicose e, a volte, capita molto prima di quello che ci saremmo aspettati.

Camminare si è rivelato un ottimo antidoto anche in questo caso: Luis Navarro, fondatore e direttore del centro per il trattamento delle vene varicose di New York, afferma che il nostro sistema venoso comprende una sezione circolatoria nota come il “secondo cuore”, formata da muscoli, vene e valvole situate nei polpacci e nei piedi. Camminare permette di rafforzare i muscoli e persino questo sistema circolatorio secondario, aumentando il flusso del sangue, alleviando gonfiori agli arti inferiori e contrastando quindi la formazione di vene varicose. In più, camminare per 30 minuti al giorno per 5 giorni alla settimana è un’abitudine che aiuta a diminuire la circonferenza di fianchi e cosce.

6. Camminare aiuta la digestione

Lo sapevi che una bella passeggiata mattutina aiuta il tuo apparato gastrointestinale a rimanere in salute e a mantenere il suo naturale equilibrio? Secondo numerosi esperti, una lieve attività fisica giornaliera può notevolmente migliorare la mobilità gastrica, diminuendo di conseguenza il rischio di contrarre malattie allo stomaco o all’intestino.

7. I tuoi obiettivi cominceranno a sembrare più raggiungibili!

Quando camminare diventerà parte integrante della tua routine giornaliera, avrai più probabilità di assumere nuovi comportamenti sani. Inoltre, fare attività fisica quotidiana aiuta ad allenare non solo il corpo, ma anche diversi tratti del nostro carattere, tra cui l’autostima, la disciplina, la determinazione e la forza di volontà, caratteristiche che ti permetteranno di raggiungere i tuoi obiettivi più facilmente!

Insomma, camminare per 30 minuti al giorno è una grande idea, non credi? È già una tua abitudine oppure no? Se non lo è, pensaci bene: potrebbe migliorare il tuo stile di vita sotto molti punti di vista!