Può succedere. Durante la corsa, il fitness outdoor e i nostri allenamenti può capitare: improvvisamente sentiamo uno dei nostri muscoli indurirsi e poi il dolore. Si tratta dei crampi, noti a tutti e amati da nessuno. I crampi muscolari si presentano come delle particolari manifestazioni fisiche che, sicuramente, vi avranno colpito almeno una volta nella vita e vi avranno portato a vivere dei momenti tutt’altro che piacevoli. Ma andiamo a capire esattamente di cosa si tratta e come prevenire questo disturbo, riuscendo così a vivere al meglio i nostri allenamenti outdoor.

Il problema dei crampi: ecco cosa dovreste sapere

I crampi muscolari si identificano come un dolore improvviso e intenso, causato da un muscolo che si è bloccato per via di uno spasmo. In pratica, si tratta di una contrazione della muscolatura (di un muscolo solo oppure di un gruppo di muscoli, come quelli del polpaccio o della coscia), che avviene in maniera involontaria.

I muscoli più predisposti a questo disagio sono quelli posizionati a cavallo di due articolazioni e, sostanzialmente, chi più e chi meno, tutti noi siamo soggetti a crampi muscolari, che possono presentarsi durante l’attività fisica, ma anche quando siamo seduti o stiamo dormendo. Naturalmente, sono molto frequenti negli atleti di resistenza, in modo più intenso all’inizio della stagione degli allenamenti, e quindi quando il fisico non è allenato abbastanza bene, nonché dopo un allenamento molto lungo e intenso.

Alcuni studiosi sostengono che i crampi muscolari siano dovuti ad un inadeguato allungamento e affaticamento del muscolo, pur se possono influire molte altre cause, come delle pessime condizioni generali dell’organismo, disidratazione, mancanza di stretching, etc. Tuttavia, non è stata ancora accertata una causa che possa “andar bene” e risultare comune a ogni individuo, ma possiamo comunque fare del nostro meglio per prevenire i crampi.

L’allenamento outdoor per evitare dei crampi

Anche gli atleti professionisti effettuano il riscaldamento prima di allenarsi e un motivo ci sarà, non credete? Infatti, fare qualche minuto di riscaldamento, composto da esercizi semplici, rappresenta un’ottima scelta che ci aiuta a prevenire delle situazioni che sono tutt’altro che piacevoli e che potrebbero avere non poche ripercussioni da un punto di vista fisico.

Potrete perciò evitare di star male mettendo in moto tutte le diverse parti del corpo con queste sessioni pre-allenamento: bastano pochi minuti per permettere al corpo di essere in grado di sopportare il lavoro muscolare che si avvierà definitivamente durante l’allenamento. Inoltre, non dimenticate di fare esercizi di stretching sia prima che dopo il training, la corsa o l’attività sportiva (in alcuni casi persino prima di iniziare a lavorare, anche se questo dipende da che lavoro fate). Questo permetterà di allungare i gruppi di muscoli più suscettibili ai crampi e quindi più propensi a contrarsi e a provocare quel dolore improvviso.

Alimentazione ed integratori per la prevenzione dei crampi

Come in ogni situazione, occorre puntare su altri aspetti fondamentali e su altri consigli utili per prevenire i crampi muscolari. A questo proposito, in primo luogo sappiate che esistono tantissimi integratori alimentari che possiamo usare a questo scopo. Tuttavia, pensare ad abituarsi ad un’alimentazione più corretta e idonea per la nostra salute è molto più importante.

Pertanto, è sempre opportuno consumare il giusto quantitativo di liquidi, bevendo prima, durante e dopo l’allenamento outdoor o indoor, e lo stesso vale per qualunque altra pratica sportiva o attività fisica. Prediligere l’acqua e le bevande arricchite di sali minerali (meglio senza zuccheri e senza coloranti) è decisamente una scelta saggia, che si concretizza in un valido aiuto per la prevenzione dei crampi muscolari.

In generale, un’alimentazione corretta ed equilibrata fa sempre la differenza e, secondo le ricerche, i migliori alleati contro i crampi sono gli alimenti ricchi di vitamine e potassio, ma anche i cibi altamente proteici (sia di origine animale che vegetale). Variare è importante, così come portare in tavola tanta frutta e verdura ogni giorno.

Con questi suggerimenti, potrete mettere in atto una prevenzione efficace su due fronti: dal punto di vista dell’allenamento e per quanto riguarda la nutrizione. Naturalmente, delle buone abitudini purtroppo non ci assicurano di non avere più crampi! Anzi, probabilmente ne avrete ancora qualcuno ogni tanto, ma sicuramente sarete molto meno soggetti a questa problematica e potrete effettuare i vostri allenamenti outdoor e indoor con più tranquillità.

Ad ogni modo, se doveste soffrire di crampi muscolari frequenti, molto dolorosi, intensi, prolungati e apparentemente non legati all’esercizio fisico o ad altre cause evidenti, sarà necessario consultare il medico. In questi casi, possono rivelarsi un campanello d’allarme per altre tipologie di problemi da non sottovalutare.