C’è chi ama la palestra e chi no, ma non è detto che questo significhi non amare l’attività fisica! Infatti, c’è chi preferisce farla a casa e chi invece ama l’allenamento outdoor. Allenarsi all’aria aperta fa bene e ne abbiamo già parlato più volte, o altrimenti non eravamo di certo i primi a organizzare delle intere sessioni di allenamento all’aperto! Tuttavia, bisogna fare tutto nel modo giusto se vogliamo ottenere dei notevoli risultati e bisogna persino contare su un perfetto circuito di fitness, adatto all’outdoor.

Proprio per questo, abbiamo parlato di quali sono i consigli per allenarsi in stagioni un po’ più fredde come l’autunno e gelide come l’inverno. Possiamo allenarci all’aria aperta in ogni periodo dell’anno e, invece che stare al chiuso come a casa o in palestra, possiamo gioire di tutto quello che accade intorno a noi e della natura che ci circonda. Tutto questo, ci aiuta molto ad alleviare lo stress e a favorire il benessere generale dell’organismo. Pertanto, dopo aver seguito i nostri suggerimenti, preparatevi per uscire, fate il vostro riscaldamento e via con l’allenamento all’aria aperta!

Interval training: il circuito di fitness perfetto per ognuno di noi

L’interval training è un insieme di esercizi a corpo libero, che si alternano tra alta intensità e un periodo di recupero. Quest’ultimo può essere fatto semplicemente stando fermi e approfittandone per riprendere fiato oppure può prevedere la continuazione dell’esercizio appena fatto, ad un’intensità più ridotta, o anche l’esecuzione di movimenti molto più tranquilli e che richiedono meno sforzo.

L’intento di questo circuito di fitness è quello di permettere al corpo di lavorare attraverso attività aerobiche e anaerobiche, ottenendo così importanti benefici e risultati, come ad esempio un miglioramento delle funzionalità cardiovascolari e una maggiore forza e resistenza muscolare, tonificazione e perdita di peso.

Essendo un allenamento intenso, può durare dai 5 ai 20 minuti, e comprendere flessioni normali o quelle più elaborate, addominali, plank normale e/o inverso, e tanti altri esercizi a corpo libero. Se non si arriva al massimo dello sforzo, questo tipo di circuito di fitness può rivelarsi perfetto da eseguire prima della corsa.

Naturalmente, per notare importanti risultati, è necessario far diventare l’interval training un’abitudine, da portare nella nostra quotidianità più volte alla settimana (in particolare per le sessioni più intense, è necessario aspettare un minimo di 24 ore per il recupero muscolare). Poi, è ovvio che ogni esercizio dev’essere fatto con cura, attenzione e velocità, pur sempre rispettando i tempi indicati dall’eventuale programma personalizzato che si sta seguendo oppure dall’applicazione che si è scaricata appositamente per allenarsi. Il bello dell’interval training è che può essere fatto ovunque, a casa come all’aria aperta, e ci vuole davvero poco tempo a disposizione.

Perché provarlo?

Abbiamo accennato a benefici come il miglioramento delle funzionalità cardiovascolari, della forza e della resistenza muscolare, della tonificazione e della perdita di peso. Tuttavia, entrando più nello specifico, è utile sapere che si tratta di un’attività perfetta per aumentare il metabolismo e per bruciare più grassi e calorie, anche durante le successive 24 ore di recupero. Certamente, può rivelarsi faticoso, ma l’interval training dura poco e, iniziando gradualmente (e quindi da una sessione di allenamento più corta che aumenta volta dopo volta), il corpo può abitarsi e la fatica delle prime volte andrà costantemente a diminuire.

È un’attività perfetta per l’allenamento outdoor, che può dare grandi soddisfazioni e permettere di scaricare lo stress quotidiano. Inoltre, scegliendo il posto giusto (possibilmente dove il verde è protagonista), può rivelarsi un’ottima occasione per respirare aria più sana e pulita. Naturalmente, nonostante la durata dell’allenamento, l’intensità degli esercizi consente comunque di potenziare i muscoli e di rinforzare il cuore, migliorando le sue funzioni.

In generale, dobbiamo considerare anche che, secondo molti studi, quando ci muoviamo all’aria aperta (e per l’appunto in un’area verde lontana dallo smog), a ogni respiro che facciamo, gli alveoli polmonari si ripuliscono e, conseguentemente, anche il sangue circola meglio e le pareti dei vasi sanguigni si irrobustiscono. In più, tutti i nostri tessuti corporei si rinvigoriscono e acquisiscono tono.

Perciò, dopo un semplice riscaldamento di circa 10 minuti, camminando a ritmo sostenuto oppure correndo, potrete eseguire un perfetto circuito di fitness come l’interval training e poi approfittare degli elementi naturali e architettonici che trovate intorno a voi, per rendere l’allenamento ancora più interessante!

Scatti alternati a corse sui gradini, ad allunghi e affondi, ma anche a piccoli balzi, corsa sul posto e squat possono diventare i protagonisti delle vostre sessioni di allenamento all’aria aperta e permettervi di gioire di numerosi benefici e importanti risultati. E non dimenticativi di effettuare dei semplici esercizi di respirazione durante il recupero: potrete camminare e respirare con calma, avvalendovi di un efficace trucco antifatica, che vi permetterà di recuperare al meglio e molto più velocemente!