Molto spesso, nel corso del tempo, medici e ricercatori di tutto il mondo hanno cercato di capire se potesse esserci un legame tra lo sport e i possibili miglioramenti della salute. Seppure le ricerche in questo senso richiedessero (e richiedono tuttora) molto studio e tante operazioni che necessitavano di diversi anni di sperimentazione, in molti campi si è arrivati a dimostrare che tutto questo è davvero possibile. Ad oggi, sappiamo con certezza che è così: l’attività fisica è più che salutare (ovviamente se fatta in maniera corretta). Proprio per questo motivo, abbiamo deciso di parlare in particolare di una ricerca effettuata relativamente ad una delle nostre attività preferite: l’aerobica funzionale.

Numerosi studi hanno riscontrato che questa attività fa bene al sistema nervoso, soprattutto al cervello. Fare sport ed esercizi fisici sono abitudini considerate a tutti gli effetti come uno dei più portentosi farmaci naturali che possiamo portare nella nostra quotidianità. Possiamo allenarci in casa, all’aperto e in compagnia e, in ogni eventualità, l’attività fisica ben eseguita può presentarsi come una cura (ma anche una valida prevenzione) per diverse patologie croniche.

L’aerobica funzionale fa bene al sistema nervoso e a tutto il nostro corpo e, come ogni altra attività motoria, comporta un generale miglioramento della salute e della nostra qualità di vita, sia per quanto riguarda il presente che per il futuro. Non stiamo parlando di teorie campate in aria o di luoghi comuni privi di fondamento: questi sono risultati e dati di fatto, ben documentati da diversi studi scientifici e anche da numerose esperienze.

Molte ricerche sono state condotte nel nostro Paese e altre in campo internazionale. Inoltre, in ambito sia sportivo che sanitario, è aumentata la consapevolezza su questa tematica, tanto che si cominciano a vedere progetti e gruppi di lavoro basati sull’allenamento e dedicati a chi soffre di particolari patologie. Andiamo a scoprire qualche dettaglio in più a riguardo.

Il cervello umano e i benefici dell’aerobica funzionale

Una delle attività al momento considerate tra i migliori rimedi per le patologie di tipo cognitivo, è senza dubbio l’aerobica funzionale. Essa contribuisce a tenere in salute il sistema nervoso, rivelandosi una vera e propria panacea per la nostra mente.

Secondo uno studio condotto precisamente negli Stati Uniti, praticare aerobica funzionale in modo corretto permette alle persone che soffrono di disturbi cognitivi lievi o di demenza incipiente, di aumentare il volume del cervello, migliorando contemporaneamente anche le funzioni cognitive. Ma come si è arrivati esattamente a queste conclusioni?

L’esperimento è stato condotto dai ricercatori di una nota università statunitense, la Wake Forest School of Medicine. Tale struttura scolastica è situata nel North Carolina e il test avviato in questa sede ha visto prendere in esame ben trentacinque pazienti con il rischio di manifestare il morbo di Alzheimer e aventi una media di sessantatré anni di età.

Di questi soggetti, diciannove persone hanno partecipato a sessioni di allenamento che prevedevano solamente esercizi di stretching. L’altro gruppo, invece, oltre a fare lo stesso tipo di attività del precedente gruppo, si sottoponeva persino a lezioni di aerobica funzionale. Il test in questione è durato sei mesi e i risultati raggiunti dal pool di ricercatori sono stati sorprendenti.

Attraverso la risonanza magnetica, è stato possibile osservare come i pazienti che hanno seguito le lezioni più complesse e articolate (ovviamente nel rispetto del loro livello di resistenza e delle loro abitudini), abbiano mostrato un significativo aumento del volume del loro cervello e dell’elasticità cognitiva. Ciò non è accaduto con quei pazienti che hanno fatto solo stretching.

Le nostre conclusioni e i nostri consigli

Il potere del cervello in merito a determinate patologie è notevole e poterlo sfruttare al meglio è decisamente una svolta epocale nel trattamento delle malattie degenerative. Naturalmente, però, non dovreste allenarvi solamente per prevenzione.

Infatti, come abbiamo detto, l’aerobica funzionale fa bene al sistema nervoso e a tutto il corpo e lo fa in qualunque caso e a qualsiasi età. Di certo è vero che “prevenire è meglio che curare”, ma non dobbiamo dimenticarci di tutti gli altri benefici che ci regala questa attività. È in grado di aumentare le capacità fisiche del corpo, migliorandone persino l’interazione con l’ambiente esterno, e può accrescere la motivazione e persino “allenare” il nostro carattere, senza contare i livelli di stress che ci permette di scaricare e l’energia di cui ci ricarica!

In poche parole, con tutti questi benefici psicofisici che ci aspettano, il fatto che l’aerobica funzionale faccia bene al sistema nervoso può solamente rivelarsi un ulteriore incentivo per darci da fare e allenarci divertendoci. Non siete d’accordo? Provare per credere: alcuni risultati si notano con il tempo, ma il benessere derivato dall’attività fisica ci pervade all’istante!